Tisci: “Il calcio giovanile è in crescita”

Da barisera.net

Continua l’impegno di Vito Tisci alla guida dal calcio pugliese. Già segretario del Comitato regionale Figc-Lnd nel 1982, stella al merito del Coni e Cavaliere della Repubblica nel 2004, oggi è al suo secondo mandato da presidente del comitato regionale Figc-Lnd. Siamo andati a trovarlo nella nuovissima sede della Figc regionale, per fare il punto sul movimento giovanile barese”.
La settimana scorsa Lei ha presieduto la cerimonia di presentazione dei caledari dei campionati regionali Allievi e Giovanissimi. Quali pensa siano le premesse dell’imminente inizio di stagione?
“Le premesse sono sicuramente incoraggianti: alla presentazione dei calendari di venerdì scorso è accorso oltre l’ottanta per cento dei presidenti delle società pugliesi iscritte ai campionati Allievi e Giovanissimi, e questo nonostante le condizioni meteo particolarmente avverse di quel giorno. Penso che questo sia un segnale importante di vicinanza al lavoro del Comitato da parte delle società”.
Domenica prossima prendono ufficialmente il via i campionati. Sono 164 le squadre iscritte fra Allievi e Giovanissimi, sono numeri importanti. Cosa si aspetta dal movimento giovanile pugliese?
“Il mio auspicio è che il calcio diventi sempre di più uno sport che sia, prima di tutto, fonte di educazione di vita, senza l’esasperazione della ricerca del risultato. Mi aspetto fair-play, rispetto dell’avversario e grande aggregazione, pur nel contesto agonistico che è il piano su cui noi tutti dobbiamo muoverci. Per quanto riguarda i numeri, c’è da dire che la Puglia è da sempre una delle regioni con la maggiore presenza di squadre giovanili sia pure (squadre che svolgono solo attività giovanile) sia professionistiche (società che militano in campionati professionistici e contestualmente non abbandonano il settore giovanile)“.
Circa un terzo delle squadre iscritte proviene da Bari o dalla sua provincia. E’ un segnale incoraggiante per il futuro del calcio barese. Cosa ne pensa?
“Sì, la città di Bari ha sempre profuso energie e risorse per l’attività giovanile. La grande affluenza di squadre da questa provincia e la formazione dei calendari in base al metodo geografico hanno portato alla creazione di alcuni gironi che si giocheranno quasi interamente in terra di Bari; con grande risparmio di risorse da parte delle società interessate”.
Nella passata stagione a trionfare, rispettivamente tra gli Allievi e tra i Giovanissimi, sono state due baresi: l’Aurora Calcio e la Virtus Bari. Prevede sorprese, potrebbe emergere qualche nuova realtà?
“Quelle che lei hai citato sono due squadre di antica tradizione che portano avanti questo progetto calcistico con serietà, con attaccamento ai giovani. C’è da dire che non sono le uniche: la Pro Inter, la Wonderful tanto per citarne alcune, ma l’elenco sarebbe veramente lungo. In più ogni anno c’è una sorpresa, una squadra rivelazione”.
Quali iniziative la Figc Puglia metterà in campo per le categorie giovanili, oltre i campionati regionali?
“Le iniziative saranno molteplici. A cominciare dal “Premio Ciccio e Tore”, organizzato in collaborazione proprio con “Barisera”, per continuare con la “Terza festa del calcio giovanile pugliese”; e ancora con la “Coppa Disciplina”, sponsorizzata dall’Acquedotto Pugliese, che mira a premiare le società che si sono maggiormente distinte sotto l’aspetto disciplinare. Poi, a latere, ci sono i campionati provinciali organizzati dalle delegazioni locali della Figc”.
Parliamo delle rappresentative regionali. Lo sfortunato percorso degli Allievi, battuti in semifinale a causa di un autogol al termine di una partita dominata dai pugliesi lascia un po’ l’amaro in bocca. Lo stesso vale per i Giovanissimi, arrivati ad un passo dall’ingresso in semifinale. Per la prossima stagione è lecito aspettarsi di più?
“Purtroppo il calcio è fatto anche di episodi. Mi auguro che ci possiamo rifare quest’anno con la nuova rappresentativa. Tra l’altro, proprio in questi giorni, la squadra Allievi è impegnata in un torneo internazionale in Montenegro che potrà servire da banco di prova per la costruzione della rappresentativa futura.Colgo l’occasione per ringraziare i tecnici di queste squadre: Quadrello e Lucchese, insieme a tutto il loro staff, stanno portando avanti un lavoro veramente egregio”.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...